venerdì 29 marzo 2013

Riso speziato


Adoro i sapori speziati e adoro i contrasti, quindi non poteva rimanermi indifferente questo risotto armeno che ho avuto il piacere di gustare in un bellissimo viaggio a Creta, precisamente a Chania.

Ingredienti ( X 4 persone)
400 g di riso basmati
3 cipollotti freschi
1 pezzetto di zenzero tritato
150 g di arachidi salate
2 carote
½ peperone rosso
3 zucchine piccole
1 bicchiere e mezzo di piselli
3 cucchiai di uvetta
Olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino e mezzo di curry, mezzo cucchiaino di curcuma, mezza bustina di zafferano e una spolverata di paprika
Prezzemolo q.b

Lessare il riso in abbondante acqua salata in cui avrete prima disciolto un cucchiaio di aceto di mele.
In un’ampia padella saltare con un po’ di olio extra vergine di oliva (5-6 cucchiai) lo zenzero tritato, i cipollotti e le arachidi. Quando i cipollotti saranno leggermente imbionditi aggiungere le carote e i peperoni tagliati a cubetti. Saltare per 5 minuti ed aggiungere anche i piselli, le zucchine tagliate a cubetti e l’uva passa. Se le verdure dovessero seccarsi troppo aggiungere un po’ di acqua di cottura del riso.

Far cuocere il tutto fino a quando le verdure non saranno morbide. Nel frattempo in una ciotolina con un pochino di acqua tiepida sciogliere le spezie (curry, zafferano, paprika e curcuma) e versarle nelle verdure, regolare di sale se necessario. Aggiungere il riso e amalgamare bene il tutto. Spegnere il fuoco e cospargere con un pò di prezzemolo.


Chania è un comune situato nella parte occidentale di Creta, città di origine minoica è stata per secoli di dominio veneziano fino a quando a metà del XVII secolo non venne occupata dai turchi che la dominarono fino al 1898. 





E' grazie a questa alternanza di culture che Chania oggi è un comune ricco di storia ma anche di contrasti. E questi si ritrovano anche nella sua cucina. Sono molti i piatti di ispirazione mediorientale che si possono assaporare in questi luoghi (non solo a Chania ma anche in altri comuni di Creta).
Il risotto che ho cercato di riproporre è a base di verdure, frutta secca e spezie
Le spezie vengono molto utilizzate in oriente da secoli, ed in genere si ricavano dalla macinazione di semi, frutti, radici  e cortecce.  
Alcune spezie vengono utilizzate da secoli come medicamento, poiché hanno un alto potere disinfettante e antiinfiammatorio.
In questo piatto ho utilizzato:
  • ZAFFERANO (Crocus sativus): è una pianta coltivata nelle zone mediterranee e quindi anche in Italia. Conosciuta da secoli, veniva utilizzata dai medici in mesopotamia come abortivo. E’ ricco di carotenoidi che hanno un effetto antiossidante. E’ un buon digestivo, ma ad alte dosi può indurre emorragie uterine.
  • CURCUMA  (Curcuma Longa): si ricava da una pianta originaria dell’India e coltivata in tutto il sud-est asiatico. Questa spezia contiene amido, oli essenziali e curcuminoidi (responsabili del colore giallo intenso). Il componente principale è la curcumina (50-60%) che ha dimostrato spiccati effetti antiinfiammatori negli animali da laboratorio e negli uomini. La curcuma è uno dei principali costituenti del CURRY indiano, una miscela di spezie in cui sono comprese anche coriandolo, noce moscata, zenzero, peperoncino ecc. In farmacia la curcuma viene utilizzata come coleretico e colagogo (stimola la produzione e il rilascio della bile, indispensabile per la digestione dei grassi).



Le spezie oltre ad avere ottime proprietà medicinali, sono utili per insaporire i cibi limitando l’eccessivo utilizzo di sale, secondo molti studi infatti consumiamo molto più Sodio rispetto al nostro fabbisogno. Un'eccessiva assunzione di sale è stata associata con aumento delle patologie cardiovascolari e di alcuni tipi di tumori, soprattutto allo stomaco.
Esistono molte varietà di spezie, ognuna con un profumo ed un colore caratteristico, impariamo a conoscerle e a combinarle insieme nelle nostre pietanze, saranno un ottimo modo per esaltare e arricchire molte ricette. 




Nessun commento: