sabato 13 aprile 2013

Pasta con pesto di pomodorini secchi


Oggi un piatto semplice da preparare ma molto gustoso. E' molto ricco perchè contiene frutta secca e pomodori secchi, io in genere accompagno questo piatto con una bella porzione di verdure e un frutto.



Gli ingredienti (per 3 persone) sono:

240 g di pasta (oppure gnocchetti o qualsiasi altro tipo di cereale da voi gradito)
180 g di pomodorini secchi 
20 g di pinoli
20 g di mandorle
2 cucchiai di parmigiano
Olive nere a piacere
Olio extra vergine di oliva
Prezzemolo tritato


Mentre la pasta cuoce, frullare i pomodorini secchi con un pochino di olio extra vergine di oliva,  insieme alla frutta secca e al formaggio.

Dovreste ottenere un composto cremoso e omogeneo. Versare la crema di pomodori secchi  in padella e utilizzare qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta per stemperarlo e renderlo più fluido (si deve ottenere una crema). 

Volendo si può aggiungere anche un pochino di peperoncino. Scolare la pasta, saltarla nel sugo e aggiungere le olive nere ed il prezzemolo tritato.






Molte persone  eliminano la frutta secca dalla loro alimentazione perchè convinte faccia "ingrassare". E' vero che la frutta secca è molto calorica (il nutriente principale sono i lipidi), 100 g contengono mediamente dalle 600 alle 700 calorie. Sicuramente tante, ma è importante sottolineare che in compenso la frutta secca contiene anche tante sostanze benefiche; proteine, acidi grassi omega 3 (le noci ne sono particolarmente ricche), Ferro ( 100g di pistacchi apportano quasi 7 mg di Ferro!), Fibra e Calcio ( 20 g di mandorle contengono quasi 50 mg di Calcio), quindi va bene consumarla ma con moderazione, soprattutto dalle persone sedentarie; una porzione di frutta secca corrisponde a circa 20 g.


La potete usare come spuntino, per condire le insalate oppure come ho fatto io oggi, per preparare un pesto ;-)
N.B Preferite frutta secca biologica e non trattata con anidiride solforosa (E220, E228).



I Pomodori secchi sono molto gustosi e ricchi di Ferro (circa 9,1 mg per 100 g) e Calcio (circa 110 mg per 100g). Quelli sott'olio sono più calorici e più ricchi di sodio, preferite quelli non conservati sott'olio.


Puglia 2012-  foto di Fabio Giantini














Nessun commento: