giovedì 23 ottobre 2014

Vitamine a antiossidanti in bicchiere... un'arma in più.



Talvolta capita, in alcuni periodi dell'anno o del mese, di aver bisogno di una dose extra di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Quando mi capita, tra le cose che amo concedermi ci sono dei centrifugati rinfrescanti ed energizzanti. Visto che ci avviciniamo all'inverno e ai possibili malanni di stagione, ecco a voi due dei miei centrifugati preferiti che mi concedo quando ne sento il bisogno.

Le ricette e la preparazione sono molto semplici:



Succo di carote, arancia, mela, limone e zenzero

Un frullato ricco di antiossidanti soprattutto beta-carotene, vitamina C e flavonoidi. Le arance sono ricche di acido folico, una vitamina importante per la corretta sintesi di globuli rossi e per prevenire i tumori al colon retto.
La radice di zenzero è utilizzata tradizionalmente nella cucina e nella medicina popolare di molte culture; soprattutto in  africa e oriente.
Sono in corso diversi sudi sulle proprietà di questa radice; ad oggi sappiamo che i suoi fito-composti ( soprattutto il gingerolo) hanno un effetto antiinfiammatorio. Lo zenzero è infatti in grado di sopprime la sintesi di prostaglandine pro-infiammatorie. 
Questa radice  ha anche effetto antinausea, gastroprotettivo e antiossidante.  Studi pre-clinici promettenti, ma lungi dall'essere ancora conclusivi, parlano di un possibile effetto anti-cancro. Oltre ad agire come antiossidanti, i fitocomposti dello zenzero sembra possano modificare l'espressione di alcuni geni e indurre apoptosi ( morte cellulare programmata).
Io adoro usarlo in cucina, e quando sono raffreddata lo utilizzo anche per preparare delle tisane riscaldanti con miele e limone.
L' aggiunta di semi di lino macinati, ricchi di omega 3, aumenta l'effetto antiinfiammatorio della bevanda. 
E' ottima per le donne nel periodo premestruale.

Ingredienti
3 carote, 1 mela con la buccia, 1 arancia, mezzo limone, 1 pezzetto di zenzero grande come il pollice, 1 cucchiaio di semi di lino macinati.

Preparazione
Lavate frutta e verdura. Sbucciate l'arancia. Tagliate a pezzetti carote e mela. Accendete la centrifuga o l'estrattore di succhi e versatevi dentro le carote, la mela, gli spicchi di arancia e il pezzetto di zenzero. Quando avrete finito di estrarre tutti i succhi, aggiungete anche il limone spremuto e i semi di lino. Mescolare bene. Bere subito.

Succo di cavolo nero, ananas, finocchio, mela verde e limone

Questo frullato ha un bellissimo colore verde e un sapore fresco e astringente. Se non lo gradite, provate a dolcifcarlo con un pochino di miele o sciroppo di agave (ma non troppo).
La famiglia dei cavoli è ricca di composti solforati che hanno dimostrati effetti antitumorali
Il cavolo nero è anche  ricco di acido folico e vitamina C. Ottimo quindi per chi soffre di anemia e per prevenire lo sviluppo della spina bifida nell'embrione durante le prime settimane di gravidanza. 
Questi ortaggi sono molti ricchi di calcio altamente bio-disponibile; l'assorbimento intestinale del calcio può superare il 50% (mentre nella famiglia dei latticini non si supera il 30%). 
Questo succo è ideale per tutti, ma soprattutto per le donne dopo la menopausa. E' un ottimo modo di aumentare l'apporto di calcio senza incidere troppo con l'apporto di acidi grassi saturi e sodio della dieta (i formaggi stagionati ne sono ricchi).

Ingredienti:
Una manciata abbondante di cavolo nero, mezzo ananas tagliato a quadratini non troppo piccoli, mezzo finocchio, 1 mela verde con la buccia  tagliata a spicchi,  mezzo limone, 1 costa di sedano tagliata in 3 pezzi.

Lavare e tritare il cavolo nero. Versarlo nella centrifuga o nell'estrattore di succhi. Aggiungere anche il finocchio, il sedano, la mela  e l'ananas. Quando avrete finito di estrarre tutti i succhi, aggiungete anche il succo di limone. Mescolate bene e bevete subito.



In alcuni casi gli scarti di frutta e verdura che elimino dalla centrifuga li utilizzo per un passato o delle polpettine o dei purè. Quando non mi è possibile, li utilizzo per il compost domestico da utilizzare per concimare l'orto.

Nessun commento: